Presentata a Fossano la Banca del Tempo. Ci sono gli spazi e la volontà, occorre la rete di persone

Ancora nessun voto.
Please wait...

Fonte: www.targatocn.it

Ieri sera sono stati evidenziati i passi da fare e un buon numero di persone ha già mostrato interesse

Fossano001

Che cos’è una banca del tempo? A chi serve la sua attivazione? Qual è il confine tra uno strumento di co-operazione e il volontariato? Dove il tempo donato o scambiato non entra in conflitto con le dinamiche commerciali?

Queste domande sono quelle alle quali hanno cercato di rispondere ieri sera Erminia Ruggieri, presidente della banca del tempo di Nichelino e membro dell’Associazione Nazionale Banche del tempo, Carmela Ruotolo e Salvatore Calabrese, soci della Banca del Tempo di Nichelino. Ad invitarle in cascina Sacerdote sotto il coordinamento di Lucia Savino del co-working U-Bloom, le assessore Cristina Ballario e Simonetta Bogliotti.

L’esigenza di affrontare l’argomento è bi-partisan: inserita nel piano strategico della giunta, è da sempre un progetto caro al consigliere Anna Mantini, che ne aveva attivato una versione già nel 1998, e che è sostenuto anche dalla consigliera Cinque Stelle Ilaria Riccardi. Questa pluralità di posizioni politiche è il primo segnale di un desiderio che parte dalla comunità.

Il principio è interessante: una banca in cui scambiare tempo che ha un valore puramente cronologico: il tempo di un top manager vale esattamente come il tempo di un disoccupato, uno spazio virtuale dove scambiare servizi ottimizzando quel tiranno che è il tempo. Trovando la formula giusta, sufficientemente densa di contenuti e servizi e snella nelle procedure potrebbe essere una risposta per ottimizzare i tempi di una vita in continua corsa o costituire uno spazio di incontro e di conferma di sé per pensionati in piena forma che troverebbero uno strumento per mantenersi, in questo modo, attivi.

Ora la palla passa Lucia Savino che gestisce lo spazio di U-Bloom, il co-working di cascina sacerdote e che sarà tutor di quanti vorranno far parte del gruppo di partenza che getterà le basi per la BdT fossanese. Punti fondamentali per la riuscita del progetto: la collaborazione con l’amministrazione, li spazio, gli strumenti, i progetti, le competenze e, soprattutto le persone. La collaborazione con l’amministrazione e lo spazio sono condizioni soddisfatte. Giunti a questo punto occorrono le persone: circa 30 erano presenti questa sera all’incontro in cascina Sacerdote e circa la metà hanno risposto all’appello “Siamo in tanti e sappiamo fare tante cose!”

Chi vuole informazioni o intende aderire puà inviare un’email all’indirizzo info@ubloom.it o chiamare il numero 0173/1996118.

Articoli Correlati