Gita in Sicilia ma anche Gemellaggio Banche del Tempo: Buccinasco e Alì Terme

Ancora nessun voto.
Please wait...

…3, 2, 1, ed eccoci finalmente in volo dopo qualche peripezia verso la nostra meta: la Sicilia. Per i nostri vent’anni ci siamo concesse un viaggio un po’ più importante degli altri. Con l’aereo sbarchiamo a Catania e subito inizia la “corsa” alle molteplici visite che ci attendono. Pochi giorni (cinque, dal 27/9 al 1/10) ma vissuti alla grande: Catania, Messina, Taormina, Castelmola, Reggio Calabria, le Gole di Alcantara e Siracusa ci svelano alcune delle loro meraviglie. I nostri piedi sempre più stanchi, ma l’entusiasmo per la bellezza, la cultura che si apre davanti ai nostri occhi non ci fanno cedere di un millimetro. Il gruppo è coeso, simpatico; malgrado la fatica che ci fa “svenire” nei letti la sera, aleggia tanta leggerezza, allegria e piacere di stare insieme.

Il viaggio però non è nato per caso. Noi abbiamo compiuto vent’anni e così pure la Banca del Tempo di Alì Terme: quale migliore occasione per incontrarci e conoscerci?

Ancora prima che arrivassimo, la Banca del Tempo di Alì Terme si è preoccupata per noi e per il nostro benessere. Ci hanno indicato l’albergo dove alloggiare proprio a due passi dalla loro sede. Prenotazione fatta! Pur con qualche perplessità perché siamo un po’ viziati e quando viaggiamo gli alberghi stanno sempre in posizioni invidiabili, abbiamo dovuto ricrederci. Pulizia, cibo stratosferico e abbondante, personale accogliente e comunque il mare a due passi.

Finalmente arriva la sera dell’incontro. L’accoglienza è stata strepitosa, calda vorrei dire “alla siciliana”, tante socie sono venute a trovarci in albergo portando con sé alcuni vassoi ricolmi di cornettini gelato che erano una delizia per gli occhi e… per il palato a cui noi, malgrado la cena veramente luculliana, non siamo stati capaci di rinunciare. E mentre gustavamo questa leccornia, venivamo abbracciati, salutati, insomma circondati di affetto come se ci fossimo sempre frequentati. E noi abbiamo ricambiato col medesimo entusiasmo: non poteva essere diversamente. Siamo stati “risucchiati” piacevolmente dal loro calore.

La Presidente Nina Di Nuzzo ha dimostrato una simpatia e una vitalità invidiabile, si è profusa in mille abbracci, baci, sorrisi e complimenti a cui noi non ci siamo affatto sottratti.

C’è stato ovviamente anche un breve momento istituzionale di scambio di saluti e doni tra la presidente della Banca di Alì Terme e la nostra presidente Franca Cerri. Seguito poi da allegre foto di gruppo e la promessa di recarci a trovarle il 29 settembre dopo cena, presso il Collegio di Maria Ausiliatrice a pochi passi dall’albergo.

Eravamo tutti stravolti quel giorno che si era rivelato molto impegnativo, ma la maggior parte di noi non ha voluto mancare l’appuntamento e un po’ alla spicciolata abbiamo raggiunto le nuove amiche della Banca di Alì Terme che ci aspettavano. Madre Mariella ci ha condotti in alcune zone della struttura raccontandocene con vera passione la storia e la vita della Beata Morano che ne fu la fondatrice oltre che grande precursora per molte iniziative ancora in corso. La visita è terminata nella chiesa dove abbiamo posato per alcune foto di gruppo.

E poi, saluti, abbracci e baci di nuovo calorosissimi e la vera speranza di rivederci presto.

Maurizia D’Amore

Articoli Correlati